Indietro ->
Modus operandi Celle
1987 - vetro

L'isola posta al centro del grande lago nel parco è il luogo prescelto per questo primo intervento permanente all'aperto da parte di Kosuth. Il visitatore sbarca sull'isola e percorre piccoli sentieri che portano alla visione di un tempietto ottocentesco contenente una Venere in marmo di Carrara. Impossibile raggiungerla per la parete di vetro alta due metri che l'artista ha posto in modo da dividere l'isola in due parti. Sulla superficie sono incise le seguenti parole di Nietzsche (sia in inglese che in italiano): "Quelle stesse cose nelle cui stabilità e costanza l'angusta cervice dell'uomo e dell'animale ripone la sua fede, non hanno affatto una propria esistenza, sono il balenio e il barbaglio di spade sguainate, sono lo scintillare della vittoria nella lotta delle qualità antagoniste". L'opera si completa con disegni incisi sulla parete che ci richiamano alla topografia del luogo che si sommano alle parole come le chiavi di lettura della visione del tempietto irraggiungibile.

Joseph Kosuth

Joseph Kosuth, nato a Toledo, Ohio nel 1945, oggi vive e lavora a Roma e a New York.

Un pioniere dell'arte concettuale e delle installazioni, qui ricordiamo solo alcune delle sue mostre personali più recenti: Fondazione Ratti, Como (1995); Kunstnernes Hus, Oslo (1995); MIT - List Visual Arts Center, Boston (1997); The Irish Museum of Modern Art, Dublino (1997); Kunsthaus Glarus, Glarus, CH (1998); Villa Medici - Académie de France, Roma (1999); Schirn Kunsthalle, Francoforte am M. (1999); Kunstmuseum des Kantons Thurgau, Ittingen, CH (1999); City Museum, Chiba, Giappone (1999); Collegium Artisticum, Sarajevo (2001); Musée Champollion, Figeac, Francia (2002); Isabella Stewart Gardener Museum, Boston (2003); Van Abbemuseum, Eindhoven, Olanda (2004); Hellenic-American Union, Athene(2004); Nikolaj Contemporary Art Center, Copenhagen (2005); Sprueth Majors Lee, Londra (2006); Reykjavik Art Museum (2006); Musée du Louvre, Parigi (2009-2010). Inoltre l'artista ha preso parte in cinque edizioni della Documenta di Kassel e quattro edizioni della Biennale di Venezia.

Kosuth ha portato avanti anche un'intensa carriera d'insegnante alle più importanti accademie e università americane e europee. Degli innumerevoli premi, borse e onori conferitigli, ricordiamo qui la laurea honoris causa in Filosofia e Lettere consegnatagli dall' Università di Bologna nel 2001.

IT   EN
Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti, per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. OK   LEGGI DI PIÙ