Indietro ->
Progetti murali 445 & 494
1985 -

 

La prima delle due pitture murali realizzate per le pareti dell'ex granaio della fattoria rappresenta una forma piramidale dai colori caldi e intensi, tipici della migliore tradizione pittorica con palese riferimento al Quattrocento toscano. Il secondo intervento segue la realizzazione da parte di Richard Long del cerchio di pietre "verde di Prato" che occupa la parte centrale del pavimento del salone. Questa volta, pur mantenendo una perfetta coerenza con il precedente lavoro (infatti anche qui appaiono alcune forme piramidali), i toni dei colori usati sono in prevalenza blu-verdi e si compenetrano alla perfezione con il colore delle pietre di Long.

Entrambi le composizioni murali sono interrotte da aperture preesistenti ma questo non limita l'efficacia dell'opera, anzi l'artista ha saputo coinvolgere anche i pur minimi dettagli dell'architettura esistente in modo da renderli pienamente partecipi del proprio lavoro.

 

Sol Lewitt

Sol LeWitt è nato a Hartford (Connecticut) nel 1928 e morto a Chester nel 2007.

Tra le retrospettive più importanti ricordiamo quella tenuta al San Francisco Museum of Modern Art (2000) che in seguito ha viaggiato al Museum of Contemporary Art, Chicago e al Whitney Museum of American Art, New York.
Le mostre personali includono Palazzo delle Esposizioni, Rome, Italy (2000); Wadsworth Atheneum, Hartford, CT (2001); Cleveland Museum of Art, Ohio (2001); Addison Gallery of American Art, Phillips Academy, Andover, Massachusets (2003); The Rhode Island School of Design Museum of Art, Providence (2003); Kunstammlungen Chemnitz, Chemnitz, Germany (2003);  Metropolitan Museum & Madison Square Park, New York, 2005; Allen Memorial Art Museum, Oberlin OH (2007); Cincinnati Art Museum, Cincinnati (2008).
Nel novembre 2008 si è inaugurato un ambizioso progetto nato dalla sinergia tra tre importanti istituzioni americane con lo scopo di conservare e diffondere la conoscenza dell'opera bidimensionale di LeWitt: un edificio intero del complesso Mass MOCA a North Adams, Massachussetts è stato dedicato ad una selezione di oltre cento wall drawings (1968-2007) che rimarranno esposti per venticinque anni; il progetto è realizzato in stretta collaborazione con Williams College e con Yale University. Quest'ultima, depositaria dell'archivio completo di Wall Drawings, sta portando a termine il catalogo raisonné dedicato a questa produzione dell'artista.

In Toscana LeWitt ha eseguito alcuni progetti permanenti: per il Parco della Padula a Carrara, per il Padiglione emodialisi a Pistoia, per la sede della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia a Pistoia insieme all'ingresso del Centro per l'arte Contemporanea Luigi Pecci a Prato. A Reggio Emilia, nel 2004, ha progettato un wall drawing per il soffitto della biblioteca comunale.

IT   EN