La Tenuta di Celle

 

La storia della Collezione Gori consta di due ben distinti periodi, il primo

che va dal 1950/70 il secondo dal 1970 è tuttora in corso



Giuliano e Pina Gori costituiscono a Prato la loro collezione d’arte

contemporanea, privilegiando quegli artisti che adottano innovazione nel

linguaggio artistico. Il rapido accrescimento del nucleo delle opere li

obbliga a dotare la collezione di un adeguato spazio che divenuto ben

presto una specie di “cenacolo”, frequentato senza sosta da amici, artisti,

critici e amanti dell’arte.

Il secondo periodo inizia nella primavera del 1970, quando la parte

storica della Collezione viene trasferita nell'attuale sede della Fattoria di

Celle a Santomato di Pistoia. Qui ha inizio un complesso e ambizioso

programma di Arte Ambientale, che comincia con lo sterzo del parco e

con il consolidamento delle sue pertinenze, e consiste nella realizzazione

di progetti per i quali lo spazio cessa il suo rituale ruolo di semplice

contenitore per assumere quello più importante di parte integrante

dell’opera. Questo consente alla Collezione di riattivare rigorosamente il

rapporto tra l’artista e la committenza pressoché interrotto ormai fino

dall’inizio del XX sec. .

Il 12 giugno 1982, vengono inaugurate a Celle le prime diciotto opere, di

cui dieci nel parco realizzate dagli artisti: Alice Aycock, Dani Karavan,

Fausto Melotti, Robert Morris, Dennis Oppenheim, Anne e Patrick

Poirier, Ulrich Ruckriem, Richard Serra, Mauro Staccioli e George

Trakas; e otto realizzate all’interno degli edifici storici: Nicola De Maria,

Luciano Fabro, Mimmo Paladino, Giuseppe Penone, Michelangelo

Pistoletto, Gianni Ruffi, Aldo Spoldi e Gilberto Zorio.

Contestualmente all’evento Giuliano e i familiari decretano l’ apertura al

pubblico della Collezione.



La Collezione Gori si identifica a Celle come un laboratorio

interdisciplinare che continua senza sosta un’attività creativa dove, con

assidua alternanza, vi prendono parte artisti provenienti dai diversi

continenti.

Visitare
IT   EN
Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti, per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. OK   LEGGI DI PIÙ