Indietro ->
The Hand, the Creatures, the Singing garden
2012 - acciaio cromato

Lungo il sentiero che dal laghetto delle ninfee conduce verso la parte settentrionale del parco, l'artista ha trovato una radura nel sottobosco, dove si trovano un maestoso leccio secolare e una panchina. Le diramazioni che partono dal tronco creano una forma scultorea dalla corteccia ruvida, rivestita da un denso strato di muschio. I rami sembrano voler colloquiare con I due alberi vicini, un platano e un acero, che sono singolarmente fusi l'uno nell'altro, quasi abbracciati in una promessa eterna. L'artista si è proposto di aggiungere una seconda "pelle" al leccio protagonista di questo spazio: alcune centinaia di piccoli elementi di acciaio cromati che riflettono la luce naturale e il verde circostante, diventando una nuova corteccia leggera e scintillante, ma sensibile all'ambiente.

Loris Cecchini Loris Cecchini (Milano, 1969) vive e lavora tra la Toscana e Berlino . Tra le sue mostre personali più recenti ricordiamo quelle tenute a: Palazzo delle Papesse, Centro Arte Contemporanea, Siena (1998); Istituto Italiano di Cultura, Colonia (1999); Fondazione Bandera, Busto Arstizio (Milano, 2000); Maschio Angioino, Napoli (2000); Centro Galego de arte contemporanea, Santiago di Compostela (2000); Heidelberger Kunstverein, Heidelberg (2001); Fondazione Teseco, Pisa (2002); Cappa Mazzoniana, Stazione Termini, Roma (2002); Quarter Centro Produzione Arte, Firenze (2004); Palazzo Bricherasio, Torino (2004); Palais de Tokyo, Parigi (2004 & 2007); Museo Casa Solleric, Palma de Mallorca (Spagna, 2004); Photology, Milano (2005); Centro per l’arte contemporanea “L. Pecci” Prato (2009); Musée d’Art Moderne, St. Étienne ( Francia, 2010); Fondazione Garrone, Genova (2011); CCC Strozzina, Palazzo Strozzi, Firenze (2012). Nel corso della 51esima Biennale d’arte di Venezia ha vinto il “Premio per la giovane arte italiana 2004-2005”.
Eventi

The Hand, The Creatures, The Singing Garden
16.06.2012

Loris Cecchini, The Hand, The Creatures, The Singing Garden In occasione del trentennale dell’apertura della Collezione Gori al pubblico si inaugura l’opera permanente di Cecchini situata lungo un percorso del parco.

IT   EN